Sei stato da noi?

Facci sapere come ti sei trovato!

Sei stato da noi? Facci sapere come ti sei trovato! Sei stato da noi? Facci sapere come ti sei trovato!

Contatto email

Oggetto
Alternativamente, potete contattarci
al numero 329/2109464.
X
Perchè una vacanza a Guspini?
Le camere Tariffe Dove siamo
Contatto via email per informazioni e prenotazioni
Home page
Scopri Guspini e il suo territorio
Promozioni

Bed& Breakfast "l'Abete"-
Viale di Vittorio n. 73 - 09036 Guspini (VS) - SARDEGNA
tel. 329/2109464
email abete.bb@gmail.com


Vacanze in Sardegna


web concept and design by Riccardo WD

Ci sono mille buoni motivi per venire a Guspini a trascorrere la tua vacanza o il tuo weekend! Che tu ami l'arte, le escursioni, l'archeologia industriale, la spiaggia o immergerti nella natura più incontaminata, Guspini è il posto ideale da cui partire alla scoperta delle meraviglie della Sardegna! Scegli il tuo interesse e scopri in dettaglio cosa, dove, e come partire all'avventura! Spiagge Miniere Sardegna in Miniatura Natura e montagna Arte, eventi e tradizioni Grotte di Su Mannau

Alcune immagini in questa pagina sono tratte dal materiale informativo della Provincia del Medio Campidano.

Italiano English Deutsch
Guspini

Guspini è una paese incastonato nel complesso montuoso del Linas, con una lunga storia.

L'artigianato locale vanta ceramica, gioielli, ma soprattutto coltelli, per i quali ogni anno si tiene la Mostra Mercato Arresojas, che attira turisti e appassionati da ogni parte d'Europa e del mondo. A partire dalla primavera si moltiplicano le manifestazioni religiose che addobbano il paese a festa: suggestive messe solenni nelle varie chiesette campestri e strade ricoperte di tappeti fioriti per la processione ne sono l'emblema.

Per i più avventurosi, tutto il territorio (collinare, montuoso e pianeggiante) è colmo di percorsi sia per trekking, bici, calvacate che escursioni a piedi. Non si può descrivere Guspini non parlando di Montevecchio, il borgo che per decenni ha ospitato una delle produzioni minerarie più importanti: oggi finalmente è possibile visitare le gallerie sotterranee, un'occasione unica per appassionati e non, delle miniere, e il palazzo della Direzione in stile liberty primo '900.

La tradizione agroalimentare è testimoniata dalla Sagra del Miele che si tiene ogni anno durante l'estate, senza dimenticare tutte le altre prelibatezze quali il torrone, la carapigna (ancora degustabile durante l'estate nel corso della Festa di Santa Maria), i formaggi e i dolci sardi tipici di Guspini: amaretti, gueffus e pabassinas. Durante l'estate si svolge anche la manifestazione Birras che permette la degustazione delle birre artigianali prodotte in tutta la Sardegna.
Maggiori informazioni su Guspini in questa pagina.

Chiudi

Le meravigliose spiagge della costa ovest sarda

Sempre nel Parco Geominerario sono comprese le bellissime spiagge della Costa del Medio Campidano, che rappresenta tuttora uno dei litoriali più suggestivi della Sardenga. Delimitata a Sud dal promontorio di Capo Pecora e a Nord dal tavolato di Capo Frasca, la costa si estende per circa 50 km, tra spiagge dorate e tratti rocciosi.

Tra Scivu e Piscinas le meravigliose e imponenti dune di sabbia, colorate dalla macchia mediterranea, sono spesso visitate da esemplari di cervo sardo. Il complesso dunale è il più esteso d'Europea e dichiarato patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Al centro il litorale è fatto da calette e piccole falesie bianche e brune.

Chiudi

Il Parco Geominerario della Sardegna

Guspini si trova a pochissimi km da una vastissima area del Parco Geominerario della Sardegna: è possibile compiere escursioni nella natura incontaminata che alcune zone del parco ancora preservano, visitare le antiche strutture produttive minerarie (gallerie comprese), ammirare le architetture liberty dell'epoca nelle strutture direzionali e infine visitare i numerosi musei della cultura mineraria.

Il meraviglioso contesto di Montevecchio, villaggio minerario facente parte del territorio comunale di Guspini, dà tutt'oggi una testimonianza viva dell'architettura e dell'edilizia popolare del tempo. Durante le escursioni guidate (a piedi o a cavallo) o fortuitamente, mentre si passeggia per il villaggio, non è inconsueto imbattersi nei meravigliosi cervi sardi, specie autoctona di cui si conservano pochi esemplari.
Maggiori informazioni su www.minieramontevecchio.it

Chiudi

Barumini e Sardegna in Miniatura

Ad appena 3 quarti d'ora d'auto verso nord-est, è possibile raggiungere il meraviglioso parco di Sardegna in Miniatura, che si estende su 50.000 mq per farvi scoprire in un ricco percorso di 360 metri i monumenti e le bellezze della Sardegna in scala ridotta.

Tutto il percorso è immerso in un verde non casuale, ovvero le piante caratteristiche dell'isola, tra cui sughere, lavande e corbezzoli. Nella stessa location potrete visitare una ricostruzione in scala reale di un villaggio nuragico, permettendovi di immergervi nella vita quotidiana di chi ha abitato l'isola nei tempi più remoti.

Di nota sono anche la bellissima mostra di fossili, sia originali che riproduzioni.

A pochi minuti da Sardegna in Miniatura è possibile visitare anche la maestosa reggia nuragica Su Nuraxi, dichiarata patrimonio dell'umanità dall'Unesco, un insediamento considerato emblema dell'architettura nuragica. Edifico nel II sec. a.C., inizialmente alto 18 metri, al suo interno ha tre sale su livelli differenti, ognuna on una scala a spirale. Attorno furono erette quattro troppi legate da un massiccio muro in pietra e un villaggio di capanne. Abitato fino al III sec. d.C., nel corso del VII secolo i Cartaginesi invasero la fortificazione distruggendone le fortificazioni.
La visita a Su Nuraxi è irrinunciabile per chi si trova nei paraggi.

Chiudi

Natura e montagne

Il complesso montuoso del Linas e Monte Arcuentu si erge a ridosso della costa, e raggiunge i 1236 metri s.l.m. con "Punta Perda Sa Mesa". È uno dei gruppi montuosi più vecchi della Sardegna, formatosi 400 milioni di anni fa, e al suo interno si trovano tanti paesaggi mozzafiato: creste, sugherete, ampie vallate e gole profonde nell'area dell'Oridda. Più a nord, il complesso dell'Arcuentu, di natura vulcanica. È possibile imbattersi anche in tante cascate, tra le più famose: Piscinas Irgas, Muru Mannu e Sa Spendula, quest'ultima anche oggetto di poesia per D'Annunzio.

Il verde arriva dai boschi di leccio, tasso, filiera, sambuco e sughera e da estensioni di cisto, lentisco, euforbia, olivastro e caprifoglio.

I birdwatchers potranno percorrere i sentieri di carbonai e minatori e ammirare la fauna, che spazia dal falco pellegrino all'astore, gatti selvatici, ricci e endemismi floreali. Il vero simbolo rimane però il Cervo sardo, sopravvissuto nei secoli e ora presente in circa 1500 esemplari.

Il parco della Giara di Gesturi, che si trova a una decina di km da Barumini, è un altopiano con caratteristiche uniche per morfologia, flora e fauna: il suo simbolo è il Cavallino della Giara, introdotto in Sardegna probabilmente nel periodo nuragico o punico. I cavallini vivono allo stato brado, noti per la loro piccola stazza e sono un'occasione unica per osservare un animale come il cavallo, sempre e solo domestico nell'immaginario colletivo.

Chiudi

Arte, eventi e tradizioni

Le grandi feste locali, che durano dai 2 ai 3 giorni, seguono il calendario contadino e sono più frequenti nel periodo tra la fine della primavera e l'inizio dell'autunno. Espressione della religiosità sono le mess esolenni e le folte processioni di fedeli che seguono la statua del santo lungo il centro abitato o sino alla chiesa campestre: assieme ai fedeli sfilano le traccas, carri trainati da buoni addobati a festa, costumi tipici maschili e femminili, suonatori di launennas, sulittu e sonettu. Tra le feste campestri ricordiamo: Sant'Isidoro e Santa Maria a Guspini, Santa Maria Angiargia (Collinas), Beata Vergine Maria d'Itria (Villamar), San Sisinnio a Villacidro e Sant'Antonio di Santadi.

Nel corso dell'anno sono organizzate anche numerose Sagre dei prodotti alimentari: Olive (Gonnosfanadiga), Miele (Montevecchio), Zafferano (San Gavino Monreale e Turri), la meravigliosa Festa del Borgo Medievale a Sanluri e nei mesi di febbraio-marzo i Carnevali che ogni anno stupiscono con i loro carri allegorici.
Maggiori informazioni in questa pagina.

Chiudi

Le Grotte di Su Mannau

A mezz'ora da Guspini, le stupefacenti Grotte di Su Mannau, capolavoro d'arte naturale, tra le più grandi in Italia.
Concrezioni, stalattiti e stalagmiti (la più alta misura 11 metri), colonne alte fino a 15m, cristalli di aragonite e laghi sotterranei distribuite in 8 chilometri, con diversi tipi di percorso adatti sia agli esploratori occasionali che a quelli più esperti.
Maggiori informazioni in questa pagina.

Chiudi